Close
Prezzo ridotto! Viticulture: Essential Edition Visualizza ingrandito

Viticulture: Essential Edition - Ghenos Games

GHE072

Nuovo

Viticulture: Essential Edition - Ghenos Games Rinnovandosi e limando al meglio la seconda edizione, Viticulture Essential Edition propone ai giocatori un gioco solido, basato su un sistema di piazzamento lavoratori e completamento di obiettivi tutt'altro che banale.Riuscirete ad essere i viticoltori più influenti, ricchi e, ovviamente, dai prod…

Maggiori dettagli

Questo prodotto non è più disponibile

44,14 €

49,14 €

-5,00 €



Viticulture: Essential Edition - Ghenos Games

Rinnovandosi e limando al meglio la seconda edizione, Viticulture Essential Edition propone ai giocatori un gioco solido, basato su un sistema di piazzamento lavoratori e completamento di obiettivi tutt'altro che banale.

Riuscirete ad essere i viticoltori più influenti, ricchi e, ovviamente, dai prodotti migliori in una sfida all'ultimo chicco d'uva contro i vostri avversari?

Viticulture Essential attende solo voi!

Altezza 22 cm
Larghezza 27 cm
Profondità 10 cm
Peso 1,59 kg
Età 12+
Lingua Italiano
Tipologia Boardgame German;Gestionale;Piazzamento Lavoratori
Tempo di Gioco Circa 1 h e 30 min
Numero di Giocatori 1-6

Capolavoro realizzato dalla coppia Steigmaier-Stone che ci delizia con questo piazzamento lavoratori egregiamente realizzato e ambientato in Toscana. Saremo impegnati a produrre vino pianificando tutto il processo di lavorazione a partire dalla vendemmia dell’uva fino all’evasione degli ordini per guadagnare punti vittoria e monete. Grazie all’ambientazione perfettamente resa, le meccaniche scorrevoli e la rigiocabilità praticamente infinita, Viticulture: essential edition si guadagna un posto di rilievo tra i nostri giochi preferiti. A voi la recensione di questo titolo provato con l’espansione Tuscany che vi consigliamo caldamente di acquistare in quanto, seppur non obbligatoria, completa enormemente l’esperienza di gioco.

Un anno da viticoltore racchiuso in una plancia di gioco

Viticulture è un gioco di piazzamento lavoratori in cui ogni giocatore dovrà selezionare un’azione tra quelle disponibili in plancia, rendendole così indisponibili per gli avversari. Il turno di gioco è scandito dall’incedere dell’anno solare suddiviso in quattro sottofasi: primavera, estate, autunno e inverno. In ogni stagione si possono eseguire svariate azioni come costruire strutture, necessarie per piantare uva più pregiata, cantine più capienti; pescare carte dalla riserva; piantare vigneti o vendemmiare. Ogni giocatore, a inizio turno, riceve una plancia personale, due carte mama e papa (mamma e babbo per omaggiare i toscani) riportanti le nostre condizioni di partenza (in termini di monete, lavoratori o strutture immediatamente disponibili) e tutti i segnalini del proprio colore. Il primo giocatore colloca un segnalino gallo (si avete letto bene…un gallo) sull’area riservata all’ordine di turno di gioco che determina chi piazzerà i lavoratori per primo a ogni stagione. A seguire, tutti gli altri giocatori scelgono il proprio ordine di turno. Da notare che la scelta dell’ordine di turno produce vantaggi esclusivi  nel momento in cui si cambia stagione: giocare per primi determina un vantaggio in termini di ordine di piazzamento, al contrario, giocare per ultimi permette di ricevere punti vittoria o carte nel passaggio alla stagione successiva. Una volta terminata questa fase, inizia la primavera e i giocatori piazzano i lavoratori sui relativi spazi azione dove rimarranno fino alla fine dell’inverno (non sprecateli!). Lo scopo è quello di piantare viti che ci permettano di produrre vini pregiati, scegliendo attentamente le carte da schierare. Fin qui tutto normale se non per il fatto che gli spazi sono limitati nel numero e una volta occupati resteranno inaccessibili, se non con una piccola eccezione legata alla natura dei nostri lavoratori: infatti, tra i meeple a disposizione, ne avremo uno più grande degli altri chiamato “grande lavoratore” che può essere schierato in uno spazio azione già occupato. Per tale motivo, posizionarsi bene nella scelta dell’ordine di gioco (che si ripete a ogni fine turno) si rivela essere molto importante. Quando un giocatore passa, lascia avanzare il suo segnalino gallo alla stagione successiva ottenendo il relativo bonus di passaggio (una carta, una moneta, un punto vittoria oppure nulla); quando tutti i giocatori hanno passato, si ricomincia a piazzare lavoratori negli spazi disponibili. Il turno termina una volta arrivati all’inverno, quando i giocatori non hanno più lavoratori disponibili. A questo punto inizia un nuovo round a partire dalla determinazione dell’ordine di gioco. Man mano che si prosegue, il gioco costringe a ponderare bene le scelte strategiche, a partire dal numero di lavoratori da piazzare per ogni stagione. La partita finisce quando un giocatore raggiunge 25 punti, momento in cui si lascia spazio alle ultime azioni fino alla conclusione dell’inverno a seguito del quale si passa al conteggio finale dei punti vittoria.

  

Materiali e grafiche al top!

Una volta scartata la pellicola della confezione non si può rimanere indifferenti alla qualità dei materiali utilizzati, a partire dalla scatola stessa. Leggermente ruvida al tatto, piacevole nei colori e nei disegni fortemente ispirati. I materiali non sono eccessivamente numerosi e si distinguono per la cura dei dettagli. Unica stonatura la troviamo nella qualità delle carte, forse troppo sottili e fragili: ne consigliamo l’imbustamento. Il tabellone è ottimamente realizzato, con colori pastello e disegni delicati. I token che rappresentano le uve e i vini sono realizzati in vetro e sono una gioia alla vista. Davvero complimenti alla casa madre.

 

 

Pro

  •          Divertente e veloce.

  •          Materiali al top della qualità.

  •          Può essere tranquillamente giocato anche da un neofita senza cadere nel banale.

  •          Ambientazione perfettamente resa.

 

Contro

  •          Le carte ci sono sembrate poco resistenti.

  •          Le monete di plastica non hanno nulla a che vedere con quelle di metallo, acquistabili separatamente.

Per concludere...

Viticulture è un gioco piacevole da intavolare in quanto riesce a divertire e a coinvolgere tutti i giocatori. Ogni partita racconta una storia diversa, in base a come la giocheremo, e sono molteplici le strategie che si possono attuare. Il regolamento risulta scorrevole e fruibile da qualsiasi pubblico di giocatori, anche alle prime armi, pur non risultando scontato o troppo semplice.
Viticulture porta in dote le capacità dei suoi creatori di realizzare giochi profondi e, allo stesso tempo, non troppo pesanti nelle meccaniche. Insomma, il titolo qui presente ci ha conquistati pienamente e, per rimanere in tema, non ci resta che esortarvi a provarlo... ne rimarrete piacevolmente inebriati.

A cura del nostro...

spesso acquistato con:

  • No products at this time.

potrebbero interessarti anche:

Hai visto di recente:

  • No products at this time.
Close