Close
Grand Hotel Austria - Cranio Creations Visualizza ingrandito

Grand Austria Hotel - Cranio Creations

CC072

Nuovo

Grand Austria Hotel - Cranio Creations Basandosi su meccaniche di Dice Rolling più che convincenti, Grand Austria Hotel riesce in tutto e per tutto a coinvolgere l'intero gruppo seduto al tavolo.Scegli con cura le tue azioni tramite i dadi, ottieni quanti più clienti possibile e ottimizza al meglio le tue finanze per sbaragliare i tuoi a…

Maggiori dettagli

Disponibile

40,94 €



Grand Austria Hotel - Cranio Creations

Basandosi su meccaniche di Dice Rolling più che convincenti, Grand Austria Hotel riesce in tutto e per tutto a coinvolgere l'intero gruppo seduto al tavolo.

Scegli con cura le tue azioni tramite i dadi, ottieni quanti più clienti possibile e ottimizza al meglio le tue finanze per sbaragliare i tuoi avversari e ottenere fama nel paese d'oltralpe.

Cosa aspetti? La gloria attende solo te!

Altezza 31 cm
Larghezza 23 cm
Profondità 7 cm
Peso 1,55 kg
Età 12+
Lingua Italiano
Tipologia Boardgame Dice Rolling
Tempo di Gioco Circa 1 h e 30 min
Numero di Giocatori 2-4

Mettetevi nei panni di albergatori in gara per rendere il proprio hotel il migliore di Vienna, per avere i clienti più facoltosi e per ottenere il favore dell’imperatore. Gli autori Gigli e Luciani ci regalano un gestionale, con risorse e dadi, semplice nelle meccaniche e molto divertente.

Bastano caffè, strudel, vino, torte e una manciata di buoni aiutanti per diventare ottimi gestori di un hotel.

Il gioco, come anticipato, è un gestionale il cui scopo è quello di rendere la propria struttura molto ambita dai clienti che, una volta accolti, forniranno punti vittoria, bonus o risorse aggiuntive. Per acquisire gli ospiti dovremo soddisfare le loro richieste di torte, strudel, caffè e vino, risorse presenti in gioco sotto forma di cubetti colorati. Aperta la scatola occorre sistemare le due plance comuni: in una troviamo il tracciato punti, gli obbiettivi comuni (pescati casualmente a inizio partita), il tracciato imperatore con i relativi bonus/malus e lo spazio riservato agli ospiti. Se acquistiamo una carta ospite, quelle ancora in plancia scorrono svelandone di nuove. La seconda plancia comune è quella relativa alle azioni eseguibili: possiamo ottenere risorse, preparare camere, ottenere denaro o punti sul tracciato imperatore. Nelle plance giocatore, invece, troviamo la nostra struttura, con le 20 stanze occupabili, 3 postazioni al caffè, dove inseriremo le carte degli ospiti in attesa che le loro richieste vengano soddisfatte, il tracciato cassa, dove tenere conto delle nostre disponibilità finanziarie, e lo spazio cucina, dove posizionare i cubetti risorse disponibili. A inizio partita si ottiene subito un set di 6 aiutanti in grado di fornire vantaggi immediati o permanenti, una carta cliente da schierare al caffè, 10 crediti e il segnalino ordine di turno. Da notare che i giocatori dovranno eseguire 2 azioni non consecutive, dapprima in senso orario, per poi invertire l’ordine. Il primo giocatore lancia una quantità di dadi, variabile in base al numero di giocatori, e li divide a seconda del risultato ottenuto sui 6 spazi azione nella plancia corrispondente. Sarà dunque possibile: acquisire una nuova carta cliente (se c’è spazio nel caffè), pagandone il relativo costo in denaro; giocare un’azione, prelevando il relativo dado dallo spazio azione; eseguire delle azioni addizionali, come prendere fino a 3 cubetti dalla cucina per posizionarli sulle carte clienti che, una volta soddisfatti, potranno essere sistemati in una delle camere precedentemente preparate e, così facendo, girare il token sul lato occupato. Gli obbiettivi comuni sono ottime guide da seguire per fare una gran quantità di punti ma vi raccomandiamo tenete sott’occhio il favore dell’imperatore. Ogni due round infatti, se non godrete di sufficiente stima regale, potrete incappare in alcuni malus piuttosto pesanti. Al contrario, se ne avrete a sufficienza, potrete ottenere dei vantaggi sostanziosi da sua maestà. La meccanica è già nota a coloro che hanno provato Lorenzo il Magnifico. A fine turno il segnalino primo giocatore passa di mano e si fa avanzare il contatore dei turni. Si rilanciano i dadi e si ripetono le azioni descritte. La partita termina dopo il settimo turno, alla fine del quale il giocatore con il maggior numero di punti, sommando i bonus delle carte giocate, vince.

  

Ingredienti necessari: un cubetto nero, uno rosso e la camera è pronta.

Come ogni buon gestionale che si rispetti, Grand Austria hotel si presenta con ben pochi materiali al tavolo. Molte carte (poco più di un centinaio) quasi sempre chiare, robuste e di buona fattura, plance giocatore e plance comuni di cartone spesso, non eccelse ma resistenti. I cubetti risorse sono di legno, di 4 colori diversi, qualitativamente nella media e senza pretese, come pure i dadi azione e i token per gli alloggi e per il tracciato imperatore. Materiali e disegni non aiutano ad immedesimarsi, tuttavia, da un gestionale come questo non pretendevamo il contrario e, in ogni caso, non per questo viene meno la funzionalità del gioco.

 

Pro

  •          Poche regole, facili da ricordare.

  •          Regolamento scritto bene e ricco di esempi.

  •          Leggerezza che non scade nel banale, in quanto richiede una buona strategia a medio termine.

  •          Buona variabilità di gioco, in quanto gli obiettivi comuni e i bonus imperatore sono estratti a sorte ad ogni partita.

 

Contro

  •          Componenti e grafiche un po’ anonime, con ambientazione che spesso passa in secondo piano.

  •          Carte non sempre chiare nell’interpretazione, sebbene l’autore abbia riportato alcuni casi sul regolamento.

Per concludere...

Terminata la prima partita, l’impressione che abbiamo avuto di questo gioco è sicuramente positiva. Dopo un iniziale momento di incertezza, il gioco è risultato molto godibile, svelando la sua vera natura. Non è banale e le azioni vanno pianificate attentamente. A prova di ciò c’è il fatto che sette turni non sono poi tanti per portare a termine tutto quello che avete in mente di fare. La sensazione è quella di essere stretti con le possibilità di azione: compiacere l’imperatore per non incappare nei malus oppure cercare di fare punti. Tirando le somme Grand Austria hotel è un bel titolo e può essere tranquillamente giocato da qualsiasi giocatore anche alle prime armi. Adesso, se volete, potete seguirci, vi accompagneremo nel vostro alloggio.

A cura del nostro...

spesso acquistato con:

  • No products at this time.

potrebbero interessarti anche:

Hai visto di recente:

  • No products at this time.
Close