Close
Pandemic: Una Nuova Sfida - Asmodee Visualizza ingrandito

Pandemic: Una Nuova Sfida - Asmodee

8380

Nuovo

Pandemic: Una Nuova Sfida - Asmodee L'iconico Pandemic è pronto a stupirvi grazie al suo gameplay cooperativo di successo!Sventa un'epidemia mondiale e affronta, insieme ai tuoi colleghi medici, numerose difficoltà che potrebbero portare l'umanità ad essere totalmente sopraffatta.Riuscirai nell'impresa? Buona fortuna!…

Maggiori dettagli

Disponibile

28,65 €



Pandemic: Una Nuova Sfida - Asmodee

L'iconico Pandemic è pronto a stupirvi grazie al suo gameplay cooperativo di successo!

Sventa un'epidemia mondiale e affronta, insieme ai tuoi colleghi medici, numerose difficoltà che potrebbero portare l'umanità ad essere totalmente sopraffatta.

Riuscirai nell'impresa? Buona fortuna!

Altezza 30,5 cm
Larghezza 21,8 cm
Profondità 4,3 cm
Peso 1,06 kg
Età 10+
Lingua Italiano
Tipologia Boardgame Cooperativo;Strategico
Tempo di Gioco Circa 1 h
Numero di Giocatori 2-4

In Pandemic vestirete i panni di un team di ricerca con lo scopo di debellare 4 mortali malattie che stanno flagellando l’intera popolazione mondiale. In questo gioco, adrenalinico e coinvolgente, lotterete contro il tempo e la (s)fortuna. Riuscirete a salvare l’umanità? Provateci!

 

Pescare una carta non è mai stato così stressante

Pandemic si colloca nel panorama di titoli cooperativi, dove si sfida il gioco stesso. Si perde e si vince insieme. Personalmente apprezziamo molto questo genere di titoli in quanto creano un’atmosfera molto coinvolgente al tavolo. Il rischio, di contro, è quello di avere un giocatore alpha che tende a prendere decisioni per il gruppo. In Pandemia non si hanno speranze se non si coopera, riducendosi ad arginare temporaneamente le piaghe. Un aspetto molto interessante è il tempo limitato rappresentato dalle carte: quando finiscono, il gioco termina decretando il fallimento della missione. Durante una partita ogni giocatore al tavolo assume uno dei ruoli disponibili, ognuno dei quali presenta peculiari caratteristiche che lo rendono unico. Si mescolano i due mazzi di carte, ciascuno raffigurante tutte le città in plancia, e si completa il setup schierando le pedine ad Atlanta (sede iniziale del nostro centro di ricerca), i marcatori contagio e focolaio, da tenere strettamente sotto controllo se non si vuole terminare precocemente la partita, e posizionando un certo numero di cubetti malattia in 9 città pescate casualmente. Ogni giocatore prende delle carte in base al numero di partecipanti e, a turno, esegue 4 azioni in qualsiasi ordine, anche ripetendole. Possiamo spostarci da una città ad un’altra adiacente o scartare una carta per spostarci in una più lontana; possiamo arginare una malattia, rimuovendo i cubetti colorati o curarla scartando 5 carte dello stesso colore, se ci troviamo in una città con un centro di ricerca da noi schierato. Alla fine della quarta azione peschiamo due carte e passiamo la mano al giocatore successivo. Se abbiamo la sfortuna di pescare la carta “contagio” le cose si complicano. Queste carte, mescolate nel mazzo a inizio partita, rendono il gioco più arduo in quanto aggiungono cubetti malattia in plancia. Ogni città può ospitare un massimo di 3 cubetti e, nel caso questo valore fosse superato, si scatena un focolaio. In sostanza si infettano tutte le città adiacenti a quelle da cui è partito il contagio con una reazione a catena. Il livello di difficoltà è correlato al numero di carte contagio schierate a inizio partita. Si parte da un livello basso con 4 carte fino a un livello più alto con 6 carte. Il team vince la partita se riesce a debellare in tempo tutte e quattro le malattie.

  

Componenti minimali per un gioco di spessore

Pandemic è l’esempio di come un gioco, pur non presentando molti materiali al tavolo, risulti essere divertente e funzionale. La scatola contiene poco più di un centinaio di carte, dei cubetti colorati per le malattie, delle pedine e dei marcatori. I materiali non spiccano per qualità e non aiutano i giocatori ad immergersi nell’atmosfera ma non per questo precludono l’esperienza di gioco che, invece, risulta essere coinvolgente con note di suspance.

 

Pro

  •          È semplice da imparare, veloce (una partita dura circa 45 minuti) e divertente.

  •          I materiali non sono eccessivamente numerosi e la plancia di gioco è ben realizzata.

  •          Il tema della malattia che minaccia l’umanità ben si presta ad un cooperativo.

  •          La difficoltà è variabile.

  •          Esistono molteplici espansioni che possono modificare l’esperienza di gioco pur rimanendo in tema.

 

Contro

  •          I materiali e i disegni non sono eccelsi.

  •          La fortuna potrebbe essere determinante al punto tale da precludere la riuscita di una partita.

  •          La rigiocabilità del titolo è compromessa dalla quantità di situazioni in cui si può incappare.

Per concludere…

Pandemic riesce a divertire con pochi materiali e poche meccaniche. Per tale motivo chiunque potrebbe impararlo senza particolari ostacoli. La difficoltà variabile rende la sfida più interessante pur riproponendo le medesime situazioni. Sicuramente avrete bisogno di alcune espansioni che ne allunghino la durata ma, al netto di questo aspetto, il gioco ci è piaciuto e si presta bene a delle serate tranquille con gli amici, divertendosi senza spiegare troppe regole. Promosso!

A cura del nostro...

spesso acquistato con:

  • No products at this time.

potrebbero interessarti anche:

Hai visto di recente:

  • No products at this time.
Close